top of page

Reverse Charge e Split Payment



Normalmente, nel caso di cessioni di beni o prestazioni di servizi, il debitore dell'imposta sul valore aggiunto è il soggetto che compie la cessione stessa.

Per alcune tipologie di operazioni però, è stato introdotto il meccanismo del reverse charge, onde evitare si potessero verificare delle situazioni fraudolente.

Oltre al meccanismo del reverse charge, recentemente è stato introdotto anche quello dello split payment nel caso di operazioni poste in essere con la P.A. (meccanismo con il quale il debitore d'imposta diventa la P.A. stessa).

E' possile però che si verifichino delle situazioni dove vengono poste in essere operazioni con la P.A. soggette a reverse charge.

Ci si chiede perciò in questi casi come bisogna comportarsi.

E' stato chiarito recentemente nella circolare n.14 del 2015 dell'Agenzia delle Entrate che in questi casi prevarrà il regime del reverse charge.

Stessa cosa per le operazioni effettuate dai c.d. esportatori abituali (art.8, c.1, lettera c, dpr 633/72).


Fonte: Eutkne.it , circ. 14/2015 ADE

2 visualizzazioni0 commenti
bottom of page